13apr

Sant’Ivo alla Sapienza

Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]
Una delle chiese da non perdere assolutamente, peccato sia aperta soltanto la domenica mattina e chiusa nel periodo estivo (luglio ed agosto). Capolavoro del Borromini, trionfo di linee e volumi, alternanza magistrale di concavo e convesso per sfruttare il poco spazio a disposizione dando la sensazione della grandiosità. Si entra […]

10apr

San Carlino

Capolavoro di Francesco Borromini, che riuscì a sfruttare in modo magistrale gli angusti spazi a disposizione per realizzare questo complesso architettonico unico, comprendente chiesa, chiostro e convento. Il complesso fu realizzato tra il 1634 ed il 1644. La facciata fu realizzata successivamente, a partire dal 1665 e fu completata dopo […]Capolavoro di Francesco Borromini, che riuscì a sfruttare in modo magistrale gli angusti spazi a disposizione per realizzare questo complesso architettonico unico, comprendente chiesa, chiostro e convento. Il complesso fu realizzato tra il 1634 ed il 1644. La facciata fu realizzata successivamente, a partire dal 1665 e fu completata dopo […]Capolavoro di Francesco Borromini, che riuscì a sfruttare in modo magistrale gli angusti spazi a disposizione per realizzare questo complesso architettonico unico, comprendente chiesa, chiostro e convento. Il complesso fu realizzato tra il 1634 ed il 1644. La facciata fu realizzata successivamente, a partire dal 1665 e fu completata dopo […]Capolavoro di Francesco Borromini, che riuscì a sfruttare in modo magistrale gli angusti spazi a disposizione per realizzare questo complesso architettonico unico, comprendente chiesa, chiostro e convento. Il complesso fu realizzato tra il 1634 ed il 1644. La facciata fu realizzata successivamente, a partire dal 1665 e fu completata dopo […]Capolavoro di Francesco Borromini, che riuscì a sfruttare in modo magistrale gli angusti spazi a disposizione per realizzare questo complesso architettonico unico, comprendente chiesa, chiostro e convento. Il complesso fu realizzato tra il 1634 ed il 1644. La facciata fu realizzata successivamente, a partire dal 1665 e fu completata dopo […]Capolavoro di Francesco Borromini, che riuscì a sfruttare in modo magistrale gli angusti spazi a disposizione per realizzare questo complesso architettonico unico, comprendente chiesa, chiostro e convento. Il complesso fu realizzato tra il 1634 ed il 1644. La facciata fu realizzata successivamente, a partire dal 1665 e fu completata dopo […]
Capolavoro di Francesco Borromini, che riuscì a sfruttare in modo magistrale gli angusti spazi a disposizione per realizzare questo complesso architettonico unico, comprendente chiesa, chiostro e convento. Il complesso fu realizzato tra il 1634 ed il 1644. La facciata fu realizzata successivamente, a partire dal 1665 e fu completata dopo […]

09apr

Vita di strada – ghetto

Il ghetto ebraico di Roma è un luogo a parte, dove ancora si respira un’atmosfera di altri tempi. Vicoletti, pavimenti lastricati di sanpietrini, muri scrostati che trasudano storia, opere d’arte e spazzatura. E capita anche che la strada sia ancora utilizzata per giocare a palla, no playstation!!!!Il ghetto ebraico di Roma è un luogo a parte, dove ancora si respira un’atmosfera di altri tempi. Vicoletti, pavimenti lastricati di sanpietrini, muri scrostati che trasudano storia, opere d’arte e spazzatura. E capita anche che la strada sia ancora utilizzata per giocare a palla, no playstation!!!!Il ghetto ebraico di Roma è un luogo a parte, dove ancora si respira un’atmosfera di altri tempi. Vicoletti, pavimenti lastricati di sanpietrini, muri scrostati che trasudano storia, opere d’arte e spazzatura. E capita anche che la strada sia ancora utilizzata per giocare a palla, no playstation!!!!
Il ghetto ebraico di Roma è un luogo a parte, dove ancora si respira un’atmosfera di altri tempi. Vicoletti, pavimenti lastricati di sanpietrini, muri scrostati che trasudano storia, opere d’arte e spazzatura. E capita anche che la strada sia ancora utilizzata per giocare a palla, no playstation!!!!

08apr

Sant’Angelo in Pescheria

Nel Ghetto ebraico di Roma, Rione Sant’Angelo, c’è uno dei luoghi da me più amati, perchè è capace di farmi immaginare meglio di tanti altri posti come poteva essere la Roma del passato. Sono sempre molto arrabbiato quando ci trovo davanti i motorini o le macchine parcheggiate, perchè mi si […]Nel Ghetto ebraico di Roma, Rione Sant’Angelo, c’è uno dei luoghi da me più amati, perchè è capace di farmi immaginare meglio di tanti altri posti come poteva essere la Roma del passato. Sono sempre molto arrabbiato quando ci trovo davanti i motorini o le macchine parcheggiate, perchè mi si […]
Nel Ghetto ebraico di Roma, Rione Sant’Angelo, c’è uno dei luoghi da me più amati, perchè è capace di farmi immaginare meglio di tanti altri posti come poteva essere la Roma del passato. Sono sempre molto arrabbiato quando ci trovo davanti i motorini o le macchine parcheggiate, perchè mi si […]

Per il Natale di Roma, 21 aprile, l’accesso ai musei comunali sarà gratuito e i Musei Capitolini, i Mercati Traianei apriranno dalle 9 alle 22, la Centrale Montemartini dalle 10 alle 22 e il palazzo delle Esposizioni, normalmente chiuso il martedì, aprirà dalle 17 alle 21. L’orario 9-19, invece, è […]

03apr

Luci per l’autismo

Per due giorni, in occasione della giornata mondiale per l’autismo, la fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna e quella con obelisco in piazza del Quirinale si sono tinte di blu, con giochi di luce seraliPer due giorni, in occasione della giornata mondiale per l’autismo, la fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna e quella con obelisco in piazza del Quirinale si sono tinte di blu, con giochi di luce seraliPer due giorni, in occasione della giornata mondiale per l’autismo, la fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna e quella con obelisco in piazza del Quirinale si sono tinte di blu, con giochi di luce seraliPer due giorni, in occasione della giornata mondiale per l’autismo, la fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna e quella con obelisco in piazza del Quirinale si sono tinte di blu, con giochi di luce seraliPer due giorni, in occasione della giornata mondiale per l’autismo, la fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna e quella con obelisco in piazza del Quirinale si sono tinte di blu, con giochi di luce serali
Per due giorni, in occasione della giornata mondiale per l’autismo, la fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna e quella con obelisco in piazza del Quirinale si sono tinte di blu, con giochi di luce serali

02apr

Beverly Pepper all’Ara Pacis

Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.
Da dicembre 2014 a marzo 2015 sono state esposte di fronte all’Ara Pacis le opere dell’artista statunitense Beverly Pepper, in acciaio corten. Bellissima l’interazione visiva tra le sculture ed i monumenti circostanti e le persone.

21mar

Le 4 fontane

Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]
Recentemente sono state restaurate/pulite le 4 fontane all’incrocio tra via Quattro fontane e Via XX Settembre. Erano nerissime per via del traffico, ora (non so per quanto) sono bellissime, candide. Il mio consiglio è di vederle/fotografarle all’imbrunire, quando la luce del giorno inizia a dissolversi e si accendono le luci […]

18mar

Il parco dell’ Appia Antica

Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]
Una passeggiata fuori dal tempo, lontano dai rumori della città, tra alberi e resti romani e medievali. Un luogo da percorrere a piedi o in bicicletta. A partire dal Parco della Caffarella o dalla Porta San Sebastiano. In bici si può percorrere la via Appia Antica fino a Frattocchie, e […]

Ho letto un interessante articolo che riporta uno speciale del NY Times sulle cose insolite da vedere a Roma il 36 ore. Tra i luoghi suggeriti ci sono le Terme di Caracalla. Sono un po’ sorpreso di leggere come uno dei siti più importanti dell’epoca romana sia considerato tra quelli […]